Ultima modifica: 9 Settembre 2020

Archivio

9 Settembre 20 Articolo

INDIZIONE ASSEMBLEA SINDACALE UNICOBAS, IN MODALITA’ ONLINE – 15 Settembre 2020 dalle h. 16.00 alle h. 18.00

Dalla scuola dell’emergenza alla “scuola ricostruita”: l’Unicobas vuole un contratto specifico per la Scuola (per Docenti ed Ata) fuori dai diktat del DLvo 29/93 che impedisce aumenti superiori al tasso di inflazione programmato dal Governo (cosa che ci ha fatto diventare i peggio retribuiti della Ue), nonché la rielezione del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione con l’assorbimento da parte dello stesso dell’ambito disciplinare di Insegnanti ed Ata (fuori dalla giurisdizione dei dirigenti). Questo è l’unico organismo che può stilare il codice deontologico dei docenti (figure professionali). Esigiamo il ricalcolo della rappresentanza e rappresentatività sindacale sulla base di queste elezioni di categoria a suffragio universale con diritto di assemblea in orario di servizio per tutte le sigle.

-È fondamentale creare un fronte comune di studenti, insegnanti e, in generale, di cittadini, per la rivendicazione del diritto alla salute e al benessere nella Scuola (il che si traduce in edifici scolastici sicuri ed adeguati alle esigenze didattiche, attenzione allo stress correlato al lavoro e all’età media altissima dei docenti italiani), di migliori salari per i lavoratori della scuola, per la difesa dei diritti e delle libertà sindacali ed associato alla lotta alla precarietà in ogni sua forma. Nel lanciare LA DUE GIORNI DI SCIOPERI CON MANIFESTAZIONI del 24 (Roma, h. 9.00, P.zza di Monte Citorio) e 25 SETTEMBRE (Friday For Future al Ministero dell’Istruzione ed in altre piazze del Paese), scioperi e mobilitazioni proclamati da Unicobas, Cobas Scuola Sardegna, Usb, Cub, con gli studenti di Osa, Noi restiamo, Come studio?, riteniamo importante, ad un anno di distanza dalle grandi manifestazioni ambientaliste che hanno segnato un risveglio della coscienza giovanile, collegare, nel dibattito politico, i temi della scuola, della salute e dell’ambiente.

9 Settembre 20 Articolo

Iniziativa nazionale ioleggoperchè – Edizione 2020

Considerati i risultati raggiunti dalle precedenti edizioni di #ioleggoperché, il Ministero dell’Istruzione -che riconferma la collaborazione al progetto -intende contribuire a diffondere e promuovere l’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il turismo-Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore, del Centro per il Libro e la Lettura e dell’Associazione Italiana Editori (AIE) anche per il corrente anno scolastico. Il progetto, reperibile sul sito www.ioleggoperche.it,teso a creare o potenziare le biblioteche scolastiche italiane,è realizzato con la partecipazione di tutto il comparto del libro e delle più alte Istituzioni di promozione del libro e della lettura e si articola in un’ampia serie di attività su scuole, librerie, biblioteche ed eventi sul territorio, che culmineranno nel periodo dal 21 al 29 novembre2020.L’iniziativa è destinata alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e alle scuole d’infanzia. Nello specifico nella settimana dal 21 al 29 novembrep.v. si chiederà a tutti gli italiani di acquistare in libreria un libro da donare per contribuire alla biblioteca di una scuola precisa, con cui la libreria è “gemellata”. Il libro sarà marchiato per sempre dal nome del donatore.




Link vai su